I fatti pubblicati sono tutti veri e comprovati. Nel caso in cui ricevessi una querela pretestuosa procederò immediatamente a denunciare l'autore per calunnia presso il tribunale competente.

SNA e AGENTI – Le strane coincidenze

Foto dell'autore
Scritto da Sean Filipin

Ex agente assicurativo, ora critico assicurativo Vuoi contattarmi? Chiamami o scrivimi una mail

Come promesso, di tanto in tanto, quando ottengo nuovo materiale, procedo all’aggiornamento della mia collezione follia.
Oggi voglio parlare delle coincidenze, quegli avvenimenti che tutti abbiamo vissuto chiedendoci, spesso, quanto realmente fossero casuali.

5 Ottobre 2020, il lunedì’ nel quale ho trovato i miei computer e la mia apparecchiatura accatastata al centro del refettorio della sede di Udine (clicca qui per vedere l’articolo dove ho affrontato questo tema) ho richiesto assistenza immediata allo SNA, il Sindacato Nazionale Agenti chiamando direttamente il presidente De Mozzi.

Non era la prima volta che avevo parlato con il presidente De Mozzi, la prima volta che lo incontrai fu’ piu’ o meno a Ottobre 2020 nella sede di Adriatic in una riunione dove parteciparono numerose persone tra io, mio padre, il nostro responsabile commerciale, i nostri legali di allora, il Sig. Demozzi e l’Avv. Malandrino.

Durante le presentazioni l’Avv. Malandrino tenne a precisare a tutti che fu lui uno dei responsabili legali che segui’ in passato la compagnia Donau Versicherung, compagnia che, come numerosi operatori del settore sanno, ebbe un tragico epilogo nel suo breve exploit italiano finendo per pagare sinistri per un’ammontare ben piu’ alto dei premi raccolti.
Ovviamente sia io che mio papa’ ci guardammo e poi mio papa’ esordi’ dicendo che conoscevamo bene la storia di Donau e di quale fine avesse fatto, l’Avv. Malandrino eclisso’ e non parlo’ piu’ del tema Donau.

Quella riunione mi rimase particolarmente impressa in quanto le persone presenti, piu’ specificatamente il Sig. Demozzi e un suo collaboratore il Sig. Centonze ci proposero una strana forma di collaborazione che contemplava una intricata triangolazione che avrebbe dovuto avere probabilmente il fine di mascherare la remunerazione percentuale che avrebbe maturato il Sig. Demozzi sulla rete di intermediari (facenti parte dello SNA) che lui avrebbe portato in Adriatic.

Fatto questo breve escursus temporale torniamo a noi, torniamo al 5 Ottobre.

Dopo aver effettuato la chiamata al presidente Demozzi lui mi invio’ (in qualita’ di presidente dello SNA) un elenco di legali al quale poter fare riferimento capaci di assistermi nell’instaurazione della causa civile contro la Compagnia Adriatic.

Nella mail, di cui di seguito allego lo screen, mi cadde subito all’occhio un nome, quello di Gianluigi Malandrino, proprio quello che avevo conosciuto 1 anno prima nella riunione descritta sopra. Prima coincidenza.

Successivamente, a Gennaio 2022 scopri’ che Adriatic aveva nominato la figlia del Avv. Malandrino, Valentina Malandrino, quale CTP nell’ambito della CTU disposta dal Tribunale di Udine su mia specifica richiesta. Seconda coincidenza.

Nell’ambito della CTU notai come la PEC indicata dalla CTP di Adriatic al CTU era quella del padre, anche se il civico dello studio della Dott.ssa Valentina Malandrino non era coincidente con quello del padre, la prima stava al civico n.1 mentre il secondo al civico n.2 di v.le delle Milizie – Roma. Terza coincidenza.

Come diceva Agatha Christie : “Un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova”.

Dulcis in fundu oggi ho ricevuto un sollecito dallo SNA dove mi chiedono la quota associativa relativa all’annualità’ in corso dove veniva paventato un “depennamento”per morosita’.

Ricordo a tutti che IVASS ha prontamente proceduto alla mia radiazione (per il quale ho adito al TAR) solo sulla base delle dichiarazioni della compagnia Adriatic (clicca qui per vedere l’articolo dove ho affrontato questo tema), quindi io oggi non sono un Agente di Assicurazioni. Lo SNA forse non se né reso conto? Oppure forse anche loro sanno che ho ragione contro Adriatic e che alla fine avro’ ragione in tutte le sedi e tornero’ a poter essere un agente. Quarta coincidenza.

A questo punto credo sia chiaro il quadro della situazione. Sono tutte coincidenze.

Vi aspetto per il prossimo articolo, Venerdi’ 1 Luglio 2022 verra’ pubblicato il capitolo 7 della collezione Adriatic (clicca qui per vederla).

Il critico assicurativo,
Sean Filipin